NEWS

Cybercrime, attacchi gravi in crescita del 31%

Cybercrime, attacchi gravi in crescita del 31%

La curva dei crimini informatici non ha ancora iniziato il suo tratto discendente. Anzi: dopo il 2016 e 2017, già etichettati come gli anni peggiori, l'anno in corso, con 730 attacchi gravi registrati e analizzati, pari a una crescita del 31% rispetto al semestre precedente, si appresta a battere il primato. Ci sono anche crimini informatici che hanno messo a segno percentuali di crescita a tre cifre, per esempio nel settore auto motive (+200%), e le tecniche, nella maggior parte dei casi, sono alla portata di tutte le tasche dei cyber criminali. È, infatti, il malware semplice, cioè un prodotto a costi decrescenti, il vettore di attacco più utilizzato (40% del totale).

In vigore il Dlgs 101/2018: quadro della privacy ora completo senza più alibi per le imprese

In vigore il Dlgs 101/2018: quadro della privacy ora completo senza più alibi per le imprese

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 4 settembre, il Decreto 10 agosto 2018 n.101 di adeguamento al Gdpr è entrato in vigore il 19 settembre 2018 e crolla l’ultimo alibi per le aziende: temporeggiare non è più possibile per adeguarsi alle nuove, stringenti regole a tutela della privacy dei cittadini europei. Il decreto è il modo in cui l’Italia adegua la propria normativa alla rivoluzione privacy voluta dall’Europa, nota appunto con il nome di Gdpr (General data protection regulation).

Arriva al traguardo il decreto di coordinamento al Gdpr. Previsti otto mesi di "tregua"

Arriva al traguardo il decreto di coordinamento al Gdpr. Previsti otto mesi di "tregua"

Il quadro della nuova privacy si completa. Ieri il Consiglio dei ministri ha infatti approvato in via definitiva il decreto che coordina la vecchia normativa nazionale sulla protezione dei dati con il regolamento europeo diventato operativo il 25 maggio. Dopo un tira e molla politico il Consiglio dei ministri ha inoltre approvato il Ddl Grillo, stralciando però l'articolo che prevedeva presìdi delle Forze dell'ordine negli ospedali. La violenza contro gli operatori sanitari diventa un'aggravante nel codice penale e nasce un osservatorio.

GDPR, i sei punti fermi che aziende e p.a. non possono ignorare

GDPR, i sei punti fermi che aziende e p.a. non possono ignorare

Nessuna aspettativa di deroghe o proroghe per l'operatività del GDPR, ma permangono incertezze per aziende pubbliche e private su aspetti in cui il Regolamento rimanda alle normative nazionali. Ancora atteso in Italia un nuovo decreto legislativo di adeguamento alle regole UE, ma dal 25 maggio scatteranno comunque le sanzioni, mentre gli interessati potranno esercitare e far valere più estesi diritti. Sei i principali punti fermi messi a fuoco nell'ultima circolare di Federprivacy sulle questioni di diritto transitorio.

Certificazione TÜV di Privacy Officer: esame il 12 novembre a Milano. Come  si svolge e come accedervi

Certificazione TÜV di Privacy Officer: esame il 12 novembre a Milano. Come si svolge e come accedervi

Dal 25 maggio 2018 tutte le p.a. ed altre migliaia di imprese che ricadono nelle previsioni dell'art. 37 del Regolamento UE 2016/679 devono avere di un "Responsabile della Protezione dei Dati". Inoltre, per adeguarsi alle nuove regole sono sempre più ricercati anche consulenti esperti della materia. Da sei anni TÜV Italia certifica i professionisti che dimostrano oggettivamente di avere specifiche competenze in materia di protezione dei dati personali. La prossima sessione d'esami si svolgerà il 12 novembre a Milano.

Privacy, in libreria la nuova edizione della guida alle novità

Privacy, in libreria la nuova edizione della guida alle novità

Pubblicata la nuova edizione del libro "Privacy e regolamento europeo, guida alle novità" edito da Ipsoa, che fornisce un quadro generale sulla normativa comunitaria che sarà direttamente applicabile dal 25 maggio 2018. Testo di 300 pagine, già disponibile anche in formato digitale. Multe fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato dei trasgressori. Bernardi: "Opportunità unica di sfruttare il mercato digitale, con la possibilità di trattare i dati sotto un unico ombrello normativo".

7° Privacy Day Forum: intervista a Secondo Sabbioni, DPO del Parlamento UE

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali